Sito ufficiale della Regione Siciliana dedicato alla tutela dei consumatori e degli utenti
realizzazione sito
Os2.it Web Agency
La giurisprudenza del consumatore

©ASTORINA SRL

il canale YouTube di Io Consumatore

Tools

Scarica Adobe Reader e Adobe Flash Player per visualizzare i nostri documenti e video
Translate
seguici su Twitter

Approvato il reg. europeo sui diritti dei passeggeri bus e pullman

Home » News » Turismo e trasporti » Approvato il reg. europeo sui diritti dei passeggeri bus e pullman

Il Parlamento Europeo ha approvato il regolamento sui diritti dei passeggeri di bus e pullman che dalla primavera del 2013 coprirà tutti i servizi regolari, sia nazionali sia transfrontalieri, per le distanze di oltre 250 km.

Per bus e pullman, le nuove regole prevedono una compensazione fino al 50% del prezzo d’acquisto, oltre al rimborso integrale del biglietto, nel caso di annullamento del servizio da parte dell’operatore, senza che questi proponga un mezzo di trasporto od un percorso alternativo, ovvero dopo un ritardo di almeno 2 ore.

Il passeggero che vuole, invece, rinunciare al viaggio in seguito all’annullamento di una partenza od al ritardo di almeno 2 ore ed in presenza di un itinerario alternativo proposto, avrà diritto al rimborso integrale del biglietto. Oltre i 90 minuti di ritardo sull’orario di partenza previsto, i passeggeri avranno diritto ad un “rinfresco”.

In caso d’interruzione del viaggio, d’incidente o di un ritardo che implica il pernottamento, l’operatore del viaggio sarà tenuto a offrire fino a 2 notti in albergo entro il massimale di 80 euro. Questa regola non si applica nel caso di calamità naturali o di condizioni meteorologiche avverse. Inoltre, l’operatore dovrà prevedere un rimborso, per un massimale di almeno 1200 euro, in caso di perdita o danneggiamento dei bagagli; inoltre,  sarà responsabile fino alla cifra di 220.000 euro (o di un importo maggiore se lo prevede la legislazione nazionale) in caso di morte o ferite riportate in seguito ad un incidente.

E’ stata, ancora, approvata una lista di 12 diritti fondamentali di tali passeggeri che si applicherà a tutti i servizi regolari, indipendentemente dalla distanza percorsa. La lista include le informazioni che devono essere fornite prima e durante il viaggio, quali il rispetto delle necessità delle persone con handicap o con mobilità ridotta, la garanzia di non discriminazione nell’accesso ai mezzi di trasporto ed il diritto all’indennità integrale nel caso di perdita di strumenti di mobilità quali le sedie a rotelle.

Con l’approvazione di questo regolamento gli utenti dei trasporti su strada beneficeranno − ovunque e comunque, sul tutto il territorio dell’Unione Europea − delle stesse norme di base in materia di qualità dei servizi. Inoltre, finalmente, la tutela degli utenti europei riguarderà tutti i modi ed i mezzi di trasporto.

torna su