Sito ufficiale della Regione Siciliana dedicato alla tutela dei consumatori e degli utenti
realizzazione sito
Os2.it Web Agency
La giurisprudenza del consumatore

©ASTORINA SRL

il canale YouTube di Io Consumatore

Tools

Scarica Adobe Reader e Adobe Flash Player per visualizzare i nostri documenti e video
Translate
seguici su Twitter

Lavanderie

Home » News » Casa » Lavanderie

Avete portato un capo in lavanderia ma lo hanno rovinato, ovvero è rimasta la macchia, oppure lo hanno perso: cosa fare? Ecco alcuni consigli…

Innanzi tutto, per evitare eventuali motivi di contestazione, indicate sempre alla tintoria le macchie presenti sul capo; quindi  chiedete se venga assicurata la loro eliminazione senza che il tessuto sia danneggiato.

Accertatevi che siano esposti i prezzi di pulitura; quando consegnate un capo di particolare pregio e/o  con caratteristiche tali da richiedere particolari prestazioni, è bene chiedere anticipatamente l’importo
che dovrete corrispondere per la prestazione.

Fatevi rilasciare sempre la ricevuta di consegna del capo con l’indicazione del prezzo richiesto.

E se succede qualche problema?

  • se il capo viene smarrito, avete diritto al risarcimento in base al valore del capo ed alla sua “anzianità”; per quantificare il valore del capo, lo scontrino fiscale d’acquisto sarebbe ottimale; imparate dunque a conservarlo per quei capi di particolare valore;
  • se il lavaggio è stato fatto male e le macchie rimangono tali, potete chiedere al negoziante di fare un nuovo lavaggio senza alcun addebito;
  • se il lavaggio o la stiratura hanno danneggiato il capo, il tintore deve risarcire considerando l’età e il valore del capo, in proporzione al ridotto o impossibile utilizzo del vestito;
  • se il capo è stato danneggiato, ma manca l’etichetta di manutenzione (o l’etichetta riporta dati errati), nel caso in cui il tintore tenti di rimandarvi al produttore per il risarcimento, non fatevi ingannare: avete il diritto di ottenere il risarcimento dalla tintoria. Se vorrà, sarà il tintore stesso a rivalersi sul produttore.

Le lavanderie devono rispondere dei danni causati sui capi loro consegnati; inoltre la tintoria è custode, ai sensi di legge, dei beni che le sono stati consegnati: quindi in caso di smarrimento ne risponde direttamente.

Fate attenzione: la richiesta di risarcimento va fatta entro 8 giorni dal ritiro del capo, altrimenti l’azione si prescrive.

Per ottenere il risarcimento: se vi accorgete subito del danno, fatelo notare al tintore e portate a casa il capo per fare una perizia tecnica nei casi di particolare valore. Inviate una raccomandata A/R in cui specificate le caratteristiche e il valore del capo.

Per la richiesta di risarcimento, potete utilizzare il modulo cliccando qui

torna su